Arriva “beewild”, la App per censire le api da miele selvatiche

Sviluppata dalla Fondazione Edmund Mach, servirà a mettere in piedi una grande operazione di citizen science a tutela degli insetti impollinatori

di Redazione


Una App che si mette dalla parte delle api. Da qualche settimana una realtà. Anzi, la prima realtà europea. La Fondazione Edmund Mach ha sviluppato una applicazione per cellulari per censire la distribuzione e la sopravvivenza delle api da miele selvatiche in Europa. L’App beewild è gratuita. Contiene una guida semplice e chiara per riconoscere queste api. E consente ai cittadini, attraverso una tipica azione di citizen science, di segnalarne la posizione e di inviare anche alcune fotografie al fine di una conferma da parte di un team di esperti.

I dati che verranno raccolti dalla app beewild, scaricabile da play store o app store, serviranno per capire l’attuale distribuzione di questa fondamentale specie allo stato selvatico, dal momento che da alcuni decenni si riteneva fosse quasi estinta e che le uniche api da miele in Europa fossero quelle allevate dagli apicoltori.

Altri articoli

Indagine di Conapi-Mielizia e Legambiente a Torino, Milano, Bologna e Potenza Miele ai metalli pesanti e glifosato. Non è una specialità gast

Circa 1.000 alveari sono ospitati sui tetti di Parigi: da Notre Dome all’Opera. Perché le città si sono rivelate un ambiente più salutare per le

efsa

L’iniziativa europea per proteggere gli impollinatori non basta a salvare le api. Per gli europarlamentari occorre un programma d’azione più effi

L’84% delle specie coltivate in Europa dipende dall’impollinazione degli insetti, api soprattutto. Per il sindaco di Saluzzo difenderle vuol dire