La chimica è servita ogni giorno sulle nostre tavole: assieme a verdure, carni, frutta, cereali, ingeriamo anche piccole dosi di anticrittogamici, insetticidi e diserbanti. In Italia e in Europa i controlli su questi residui si fanno solo sui cibi. Sappiamo quindi se ci sono e quanti sono i pesticidi su una mela o in una lattuga. Quello che non viene controllato è come e quanti se ne accumulano nel nostro corpo.

Stavolta siamo andati a vedere quello che accade nel nostro organismo: quanti pesticidi mangiamo e, soprattutto, quanti ne accumuliamo nel nostro corpo. E cosa succede se per soli 15 giorni scegliamo cibi che non contengono pesticidi chimici. In altre parole, abbiamo fatto un esperimento prima e dopo una dieta bio, per verificare se i cibi convenzionali sono una fonte di inquinamento del nostro corpo e se – scegliendo i prodotti biologici – si può ridurre o addirittura eliminare questo inquinamento interno.

La famiglia D. (padre, madre e due bambini) ha scelto di fare assieme a noi di Cambia la Terra questo esperimento: quanti pesticidi ingeriamo con il cibo di tutti i giorni? Quali sono i rischi sanitari associati all’ingestione di dosi anche piccole queste sostanze chimiche? In quanto tempo una dieta 100% bio può aiutarci a purificare il nostro organismo eliminando i pesticidi “dentro di noi”?

Per due settimane Marta, Giorgio, Stella e Giacomo mangeranno solo di cibi bio certificati e berranno esclusivamente acqua naturale imbottigliata. Prima di cominciare, la famiglia si sottoporrà ad analisi per verificare la presenza o meno nelle urine di composti chimici derivanti da pesticidi utilizzati nei campi. Alla fine del percorso, la famiglia D. verrà di nuovo analizzata: sono diminuite le sostanze chimiche? Quali e con quali conseguenze sulla salute? Scopriremo insieme a loro cosa cambia quando si mangia biologico e se ci si sente meglio e più in salute.

blog di marta
IL BLOG DI MARTA