Un tour in 8 città italiane per difendere le api

api

Il viaggio per rilanciare la raccolta firme dell’Ice “Salviamo Api e Agricoltori” si concluderà a Roma con un incontro con papa Francesco

Un tour in camper per salvare le api. Partito il 30 agosto dal Trentino Alto-Adige, il viaggio toccherà 8 città italiane, tra cui Verona, Conegliano, Bologna, Firenze e Arezzo per concludersi a Roma l’8 settembre con un’udienza con papa Francesco. 

Obiettivo: rilanciare la raccolta delle firme dell’Ice “Salviamo Api e Agricoltori” organizzata per chiedere all’Unione Europea norme più severe per l’uso dei pesticidi e l’eliminazione di tutte le sostanze chimiche mortali per le api e gli altri insetti impollinatori, come i neonicotinoidi, il glifosate, altri diserbanti e gli insetticidi. Serve infatti una grande mobilitazione per raggiungere entro il mese di settembre il traguardo di 1 milione di firme. 

Gli obiettivi principali dell’Ice sono: eliminare gradualmente i pesticidi sintetici (riduzione dell’80% entro il 2030 e del 100% entro il 2035); promuovere misure per tutelare ed aumentare la biodiversità; sostenere gli agricoltori per la graduale transizione ecologica dell’agricoltura e promuovere la ricerca scientifica in questo campo.

 A condurre il tour del camper delle api sarà Annemarie Gluderer, rappresentante dell’Alleanza italiana per l’Ice, un’agricoltrice biologica della Val Venosta. Una volta a Roma i rappresentanti dell’Allenza italiana per l’Ice saranno ricevuti in udienza da papa Francesco che si è più volte espresso a favore di un’agricoltura pulita, equa e giusta. Nella sua enciclica “Laudato Si”, è scritto che “tutte le creature sono interconnesse tra loro, e quindi ad ognuna dev’essere riconosciuto il proprio valore con affetto e ammirazione, e tutti noi esseri creati abbiamo bisogno gli uni degli altri”. 

Purtroppo occorre agire subito per invertire la rotta: le notizie di morie delle api in Italia sono ormai all’ordine del giorno. Una delle più recenti si riferisce a Borgo San Giacomo, in provincia di Brescia, dove un apicoltore ha constatato la morte di circa 90 mila esemplari. “Ma  – come riporta il Corriere di Brescia – lo spopolamento è molto più ampio e ha riguardato ben 10 apicoltori che si trovano nel quadrilatero tra Brescia, Cremona, Mantova e Lodi. Tanto che nel giro di due mesi le segnalazioni hanno riguardato 615 alveari, con la scomparsa di oltre 40 milioni di insetti. Inoltre in seguito ai controlli effettuati, le colonie hanno mostrato un numero anomalo di api che risulta dimezzato rispetto allo stato di sviluppo della famiglia. Si rileva la presenza di api giovani e nascenti e l’assenza di api adulte bottinatrici”. 

 Nata nel 2019, l’Alleanza italiana per l’Ice “Salviamo Api e Agricoltori” è una coalizione di associazioni e comitati di cittadini finalizzata a promuovere la raccolta di 1 milione di firme in almeno 7 Paesi Ue per chiedere a livello europeo una normativa più severa ed efficace per la riduzione dell’uso dei pesticidi. 

Per firmare la petizione Ice “Salviamo Api e Agricoltori”

Altri articoli

efsa

L’iniziativa europea per proteggere gli impollinatori non basta a salvare le api. Per gli europarlamentari occorre un programma d’azione più effi

Approvato dall’Unione europea il divieto per l’uso all’aperto di tre principi attivi responsabili della moria delle api. Delle 100 specie vegeta

api

In alcune zone del Kenya gli insetti impollinatori sono stati quasi sterminati dai pesticidi e i contadini ricorrono all’impollinazione manuale per

Con un anno e mezzo di anticipo raggiunto l’obiettivo del progetto “Bee the future” lanciato da Eataly con Slow Food e Arcoiris. L’alleanza, n