Allarme pannolini: contengono sostanze tossiche, anche glifosato

A lanciarlo è l’agenzia francese per la sicurezza alimentare e ambientale. Servono subito azioni mirate: intervengano le aziende produttrici.


Bebè francesi alle prese con pannolini pericolosi per la salute. Conterrebbero infatti sostanze tossiche. A lanciare l’allarme è l’Anses, l’agenzia francese per la sicurezza alimentare e ambientale. L’accusa è pesante: i pannolini usa e getta contengono sostanze chimiche a volte in quantità superiore alla soglia di sicurezza. Nel cocktail tossico, ci sarebbe addirittura il glifosato. L’Agenzia francese ha sollecitato interventi mirati per scongiurare qualsiasi tipo di rischio per i bambini. In primo luogo l’Anses ha chiesto alle aziende produttrici di rimuovere immediatamente ogni residuo chimico pericoloso.

Come è avvenuta la scoperta?

Gli esperti dell’agenzia hanno analizzato i pannolini delle principali marche vendute in Francia. Hanno trovato diversi residui provenienti da composti chimici usati per profumare gli idrocarburi aromatici. Un bouquet tossico che comprende – sempre secondo le analisi fatte dai ricercatori dell’Anses – anche diossine e tracce di pesticidi come il glifosato. Dai test quantitativi è emerso anche che l’esposizione dei bambini è, per alcune sostanze, superiore alla soglia di sicurezza. Al momento non esistono studi epidemiologici che evidenziano legami tra malattie e utilizzo dei pannolini “tossici”.

Perché le sostanze tossiche sono finite nei pannolini?

Gli esperti dell’agenzia francese hanno ovviamente sottolineato che le sostanze tossiche non sono state aggiunte intenzionalmente, fatta eccezione per i profumanti. Nella maggior parte dei casi è una contaminazione da materie prime. Ad esempio, per quanto riguarda i pesticidi. O legata all’utilizzo di sottoprodotti come le colle o sostanze usate per lo sbiancamento.

LEAVE YOUR COMMENTS