Cancro al seno e pesticidi: ancora una conferma

cancro seno

Le donne afroamericane hanno il 40% di probabilità in più di essere colpite da cancro al seno. Una ricerca Usa ne studia le ragioni

Ancora una conferma sul legame tra pesticidi e rischio di sviluppare il cancro.  Il dato questa volta viene da uno studio dell’Università del Michigan in Usa che in particolare  ha voluto analizzare le ragioni alla base della maggiore incidenza di cancro al seno tra le donne afroamericane. 

Il cancro al seno è la forma più diffusa di cancro al mondo. Negli Usa è la patologia oncologica al secondo posto come tasso di mortalità. Tuttavia non tutte le donne sono colpite allo stesso modo dal cancro al seno. Le più soggette al rischio di sviluppare questo tumore e morirne sono le donne afroamericane (40% in più). 

Le motivazioni all’origine di queste differenze nell’incidenza e nella mortalità del cancro al seno sono ancora poco chiare. E probabilmente sono dovute all’interazione tra diversi fattori sia genetici che ambientali.  Come del resto vanno considerati anche aspetti di carattere socioeconomico, legati alla disparità di reddito, a ritardi nello screening e nella terapia.

Tuttavia il ruolo delle esposizioni a sostanze chimiche è stato finora quello meno esplorato per analizzare le disparità negli esiti della malattiaPer farlo i ricercatori dell’Università del Michigan  hanno valutato i dati del  biomonitoraggio chimico svolto dal National Health and Nutrition Examination Survey   collegandoli con i dati dell’attività biologica ricavati dal Toxcast program dell’Epa. Ne è emerso che le donne afroamericane presentavano nel sangue concentrazioni più elevate di biomarcatori, indicativi di esposizione a una sostanza chimica

Tra questi particolarmente elevate sono risultate  le concentrazione di biomarcatori riferiti a un fungicida, ad alcuni metaboliti dei pesticidi, così come a mercurio e piombo.

In pratica – come emerge dallo studio – sono le massicce esposizioni ai pesticidi cui sono sottoposte le donne afroamericane a rappresentare un elemento chiave per spiegare la maggiore incidenza di cancro al seno.

Altri articoli

risarcimento

La multinazionale dell’agrochimica, assediata nei tribunali, chiede una soluzione “economicamente praticabile”: le richieste di risarcimento son

La Federazione internazionale di ginecologia e ostetricia prende posizione contro l’erbicida più usato al mondo di Maria Pia Terrosi Contro

Riportiamo l’articolo di Fiorella Belpoggi, direttrice dell’Area Ricerca, pubblicato sulla rivista dell'Istituto. di Redazione La sicure

Uno studio internazionale evidenzia come il glifosato, in combinazione con stress ossidativo cellulare, sia un fattore di sviluppo di cancro Ritenuto