Agricoltura biologica

A distanza di 40 anni dai primi esperimenti in Egitto, in Etiopia 200 coltivatori di cotone passano al bio con minori consumi di acqua, rese superiori del 100% e un prezzo superiore del 77% rispetto alle coltivazioni tradizionali

Crescita a doppia cifra per il mercato biologico secondo il rapporto FiBL E AMI “The Word of Organic Agriculture” presentato il 14 febbraio a Norimberga durante la fiera internazionale Biofach con i dati sullo stato dell’agricoltura biologica nel mondo e in Europa al 2016. In Italia un milione di ettari bio in più in un anno

Il ministro delle Politiche agricole lancia una serie di proposte per agricoltura, ambiente, alimentazione: “Il primo impegno è l’azzeramento dell’uso dei pesticidi entro il 2025”

Rischi sulla salute da contaminazione acuta, effetti dell’esposizione cronica, presenza nei cibi e nell’ambiente. Sugli effetti dei pesticidi esistono ormai migliaia di studi scientifici: la ricerca ha raggiunto, per qualità e quantità, dimensioni che permettono di fare il punto sulla situazione. Le “Note sull’inquinamento da pesticidi in Italia” curate da Massimiliano Pietro Bianco dell’Ispra, con i contributi di esponenti dell’Isde, rappresentano una sintesi efficace di questa grande mole di analisi, che consente anche ai non addetti ai lavori di orientarsi. Ecco una sintesi dei punti principali

L’iniziativa prevede un coordinamento delle città europee per sostenere lo sviluppo dell'agricoltura biologica in Europa e per promuovere il cibo bio nelle città. Presente anche la rete italiana Città del Bio

Le imprese in possesso di una certificazione bio a dicembre 2017 erano 59.461. Per la maggioranza, si tratta di realtà localizzate nel Mezzogiorno (il 55,8%), più del doppio di quelle con sede al Nord (il 23,4%) e quasi tre volte quelle del Centro Italia (il 20,8%). I dati sono stati elaborati da Unioncamere e Infocamere